#Blog

18-05-22

Le 6 cose da sapere prima di comprare casa

Acquistare casa è un passo fondamentale nella vita di molte persone, si tratta di un investimento importante e per questo motivo deve essere fatto con attenzione, tenendo conto di numerosi fattori. 

Alcuni di questi aspetti possono essere affrontati in maniera piuttosto agevole anche da persone che non sono del settore, mentre per altri è necessario il supporto di professionisti, sia perché più esperti sia perché fungono da garanzia per l’acquirente. 

Per questo motivo gli agenti Casadream, esperti e appassionati del settore, hanno voluto redigere questo breve vademecum delle 6 cose da sapere prima di comprare casa! 

1) Quartiere e contesto 

Fermo restando che la richiesta di opinioni e consigli è sempre ben accetta, iniziamo con qualcosa che gli acquirenti possono valutare e stabilire da soli, se lo desiderano, basandosi sulle proprie necessità ed il proprio gusto: quartiere e contesto. 

Alcuni quartieri restano grosso modo come sono, altri si rinnovano, altri ancora, purtroppo, tendono a degradarsi. Per questo motivo è importante riuscire a comprendere ed anticipare determinate tendenze

È quindi importante valutare se si tratta di un quartiere a forte impatto turistico, se sono presenti un numero sufficiente di comodità e servizi in base alle nostre necessità, se sono previsti progetti di riqualificazione infrastrutturale o se è sede di attività lavorative, potenziale causa di rumore e disturbi. 

2) Fate bene i conti! 

Il costo di un immobile non si limita a quello scritto a caratteri cubitali sull’annuncio di vendita, sulla pubblicità per strada, su internet o sul giornale. 

Oltre alla caparra ed al mutuo, infatti, vi sono tutta una serie di costi accessori di cui essere consapevoli e di cui tenere debito conto, per non rischiare che si sommino “a sorpresa” facendoci trovare impreparati. 

Tra queste, ricordiamo l’imposta ipotecaria, le spese per il rogito, l’imposta di registro e l’Iva senza dimenticare eventuali spese di ristrutturazione o condominiali e il futuro pagamento dell’IMU, a cui sono soggetti tutti i proprietari. 

3) Atto di provenienza 

È un documento essenziale di cui il proprietario deve essere in possesso per dimostrare di avere i diritti sull’immobile che intende vendere. 

Di norma è l’agente immobiliare ad occuparsi di chiederlo al proprietario che intende vendere, subentra poi il notaio a supervisionare il corretto trasferimento dell’atto al momento della compravendita.  

4) Conformità urbanistica e catastale 

Spesso conformità urbanistica e catastale vengono confuse o si ritiene che siano sostanzialmente la stessa cosa; si tratta in realtà di due fattispecie ben distinte. 

La conformità urbanistica serve a provare che l’edificio o l’immobile in questione sia stato costruito (ed eventualmente ristrutturato) sempre nel rispetto delle norme e delle leggi; in sostanza, che non vi siano mai stati abusi edilizi

Fate particolare attenzione: anche se non siete stati voi a commettere tali abusi, essi ricadono comunque sul proprietario attuale. Accertarsi della conformità urbanistica è quindi essenziale per non rischiare brutte sorprese. 

Documento fondamentale per accertare la conformità catastale è la planimetria catastale. Si tratta sostanzialmente di una rappresentazione semplificata dell’immobile in oggetto. 

È importante poiché è su questa rappresentazione che si basa l’Agenzia delle Entrate per il calcolo delle tasse relative all’immobile. 

5) Certificato di agibilità

Se troviamo un immobile in vendita, diamo tutti per scontato che si tratti di un immobile agibile, ovvero sia che possa essere abitato. È tuttavia necessario ufficializzarlo tramite il certificato di agibilità.

Si tratta di un documento rilasciato dal Comune che attesta gli standard minimi di sicurezza per l’abitabilità, le prestazioni energetiche, la sicurezza degli impianti, l’allacciamento all’impianto fognario, ecc.

6) Prestazioni energetiche e conformità degli impianti 

L’attestato di prestazioni energetiche è il documento che riporta la classe energetica dell’immobile e ne testimonia l’efficienza

Per stabilire i consumi energetici, e quindi la relativa classe, l’attestato tiene conto anche di fattori come la qualità delle pareti e della costruzione, la presenza e la resa degli infissi, l’esposizione, ecc 

Il certificato di conformità degli impianti (elettrico, idrico, di riscaldamento,ecc) viene rilasciato dalle ditte che effettuano installazione e manutenzione dei suddetti impianti.

Non è un documento obbligatorio per la vendita, ma è importante perché garantisce al compratore che non avrà brutte sorprese dopo l’acquisto.  

Insomma, sono tanti gli aspetti da considerare quando si vuole acquistare casa, e sappiamo che non è sempre facile conoscerli o riuscire a pensare a tutto da soli.

Per questo motivo riteniamo che sia importante affidarsi a professionisti di fiducia e ad una agenzia immobiliare che possa svolgere tutti i controlli del caso, consentendo al compratore un acquisto sereno e sicuro. 

Casadream è sempre al vostro fianco per aiutarvi a realizzare il vostro sogno di vendere o comprare casa con il massimo del supporto e della professionalità.